Parco Nazionale del Serengeti

Con una superficie di 14.763 km², si trova nel nord della Tanzania, tra il lago Vittoria e il confine con il Kenya, adiacente al parco keniota di Masai Mara, alla riserva naturale di Ngorongoro e ad altre importanti riserve faunistiche. Dichiarato Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO nel 1981, rappresenta una delle principali attrazioni turistiche della Tanzania.

Il Serengeti è celebre soprattutto per la sua eccezionale ricchezza faunistica, vi si trovano, tra l'altro, tutti e cinque i cosiddetti "big five": elefante, leone, leopardo, rinoceronte e bufalo. Le mandrie di zebre e gnu raggiungono in questa regione numerosità eccezionali, e danno luogo a spettacolari migrazioni stagionali fra le praterie del sud e il Masai Mara.


Il SERENGETI è sicuramente il principale parco della Tanzania, suddiviso in diverse parti:

Serengeti Meridionale: arrivando dall'area di Ngorongoro è proprio qui che, da dicembre a Marzo, si può trovare la migrazione ed è il periodo che coincide con le nascite di gnu e zebre.

Serengeti Centrale: e proprio il Seronera che ha la più alta concentrazione di predatori di tutta l'Africa e la stesura di un itinerario non può non comprendere un paio di notti in questa zona.

Serengeti Settentrionale Mara: è qui che durante i mesi Luglio Agosto e Settembre nella zona occidentale a ridosso del fiume Mara si possono vedere scene raccapriccianti come i coccodrilli che attaccano gli gnu durante l'attraversamento del fiume.

Serengeti Settentrionale Lobo: è la parte Nord orientale che merita una visita soprattutto nel periodo Ottobre / Novembre quando le mandrie iniziano la loro discesa verso Sud.

Serengeti Grumeti: l'ultima parte del Serengeti, ma non certo la meno importante è il Western Corridor che viene interessata dalla migrazione nei mesi di Maggio / Giugno dove le mandrie di gnu e zebre si radunano sulle rive del fiume Grumeti.

DSC1813
DSC1859
DSC1885
DSC1921
GOPR0124
IMG4362